life and how to live it

Una serie di consigli per vivere troppo meglissimo dettati dalla mia lunga esperienza di uomo umano.

1. Forse non lo sapete, ma secondo l'antica tradizione cinese ogni mattina è una sana abitudine mettersi in silenzio e in penombra in un angolo esposto a est della casa e mormorare una salmodia di delicati e soavi vaffanculo rivolti ai vostri conoscenti colleghi vicini e parenti più antipatici. È un ottimo modo per raccogliere le energie positive per la giornata.

2. Un modo per scaricare tensioni energetiche e impurità accumulate negli organi interni è quello di miscelare un quarto di olio di germe di riso con un ottavo di latte di soia, versarlo a filo su un bicchiere di bambù contenente una mistura di litchi e bacche di goji, mescolare in penombra in senso rigorosamente antiorario; versare il composto in una coppetta di legno e lasciar riposare per due ore durante le quali vi strafogate di hot dog con maionese e senape birra bionda patatine strafritte rutto libero guardando un bel film horror ammerigano.

3.  Il mio segreto di bellezza? Picchiare le nocche. Picchiare le nocche sul muro. Picchiare le nocche sul muro ritmicamente. Picchiare le nocche sul muro ritmicamente cantando "Ritmo, ritmo de la nocche". 

4. Smettiamola di odiare. Evitare i conflitti con il prossimo è semplice, basta chiudersi in casa e non incontrarlo.

5. Anche se non sempre ce ne rendiamo conto, la via verso l'illuminazione è spesso a portata di mano.
Allungate la mano, un po' più a sinistra, un po' più a sinistra, ora poco più in basso, ecco, premete.

6. Imparate a capire la natura.
La natura ci ha dato tutto, la cioccolata e le zanzare, sta semplicemente a noi scegliere.
Mangiate la cazzo di cioccolata e ammazzate le cazzo di zanzare.
Non viceversa.
Oh, minchia, dai, è facile.

7. Andate in erboristeria e chiedete dell'Arnica.
Non so quali benefici apporti, ma è bello dire "Àrnica". Credo che acquistare dell'arnica ogni tanto faccia bene. Uscendo dall'erboristeria starete già meglio. Àrnica. Lo sentite come suona bene? Queste sono parole positive per il mondo di oggi.

8. Lo shopping fa bene, si sa. Spendete. Siate keynesiani. Spendete tutto quel che avete. E quando i soldi finiscono, stampate cartamoneta. Non abbiate timore dell'inflazione. Movimentate l'economia, danzate con l'economia. Largheggiate, indebitatevi con l'estero. Date la colpa all'Europa. Investite. Compratevi uno yacht col quinto dello stipendio, e coi quattro quinti che vi avanzano andate a vivere sotto a un ponte. La vita è bella.

9. Va bene vendere l'anima al diavolo, ma siate furbi, fatelo a caro prezzo. Siate casti puri e pii per una buona parte della vostra vita, siate poveri e francescani, indossate un saio, fondate una indie band rumorosa, scrivete poesie, sondate modi per incappare quotidianamente nell'incomprensione e nella superficialità umana insomma. Rifiutate i compromessi, dite "rifiuto la proposta e vado avanti". Restate vergini.
A quel punto il diavolo penserà davvero che siate incorruttibili e vi vorrà tantissimo e alzerà la posta fino a farvi una proposta che non potrete rifiutare, e il jackpot sarà vostro.
L'anima segue le leggi del mercato, vendetela ma a caro prezzo.

10. Che il vostro modello di vita sia Peter Gabriel.
Un album ogni decennio, oppure, quando non vuole cedere ai ritmi frenetici della discografia, ogni due decenni. Per non sbagliare mai nulla in realtà l'ideale sarebbe proprio non fare assolutamente un cazzo, ma è una scelta impegnativa e impegnarsi è troppo impegnativo. Fare una cosa ogni decennio circa è un buon compromesso. Cominciate da subito a fare la vostra cosa di questo decennio, ne sarete ampiamente ripagati* già nel prossimo decennio! Ma con calma.
.

.

.

*oppure no

11. Guidate. Guidate di più. Emettete gas serra. È l'unico modo che abbiamo qui da terra per controbattere le scie chimiche. Non possono vincere loro. Se ci impegnamo con gli acceleratori a tavoletta possiamo fargli il culo così. È una questione di orgoglio terrestre.

12. Per stare bene basta volerlo con grande intensità. C'è un grande senso di colpa e di inadeguatezza dietro alle malattie. Se avete un unghio incarnito è solo perché non avete amato a sufficienza il piede. Se vi viene la forfora è perché siete infelici di voi stessi. Se vi fratturate un polso è solo perché non avete ancora saputo perdonare. Se vi viene la congiuntivite è perché non credete a sufficienza nei vostri occhi, se siete impotenti è perché non avete fiducia nel cazzo. Gettate via gli occhiali, abbandonate i vaccini e gli antibiotici, il vero segreto che le industrie farmaceutiche non vi vogliono rivelare è che basta credere in noi stessi.
(Diffondete questo post prima che venga censurato!!!1!!)

13. Lo sport fa sudare. Smettete subito.

14. Il segreto della felicità non è l'iphone 7, ma la fila per l'iphone 7. L'attesa dell'iphone, non è essa stessa iphone?
Finita la fila, comprato l'iphone, è tutto finito e il piacere cede il posto alle rate. Bisogna fare la fila per l'iphone 7 senza comprarlo.

15. Non bisogna avere segreti.
Non bisogna covare alcun tipo di mistero o di non detto dentro di sé. Non nascondete nulla. Siate aperti e sputtanati come la pizza. Un uomo calzone è un uomo infelice.
È questo il segreto.
Ma siccome non posso avere segreti, questo post si autodistruggerà fra cinque secondi. Quattro. Tre. Due. U.

Nessun commento: